Associazione Cuncordu



Evento

Homepage + Riunioni Direttivo del Circolo Cuncordu + Comunicati importanti
Scorri in : Tutti > Attività > Homepage
Tutti > Attività > Convegni > Riunioni Direttivo Cuncordu
Tutti > Attività > Convegni > Comunicati
Qualcuna di queste categorie - Tutte queste categorie


3-4-5/09/2010, Mostra "I Garibaldi dopo Garibaldi"

"I  Garibaldi dopo Garibaldi" all'Associazione sarda Cuncordu di  Gattinara

“I GARIBALDI DOPO GARIBALDI, GARIBALDI E LA SARDEGNA” alla Festa dell'Uva di Gattinara

La mostra, dal sapore storico-divulgativo, è stata organizzata con l’intento di sottoporre all’attenzione del pubblico alcuni risvolti particolari della vita e della famiglia dell’«Eroe dei due mondi» nel contesto della storia d’Italia, analizzata secondo la nota corrente storiografica della cosiddetta “dottrina della statualità”.

La rassegna, in particolare, si articola per ora in quattro parti, destinate ad aumentare.

1. Il nucleo principale, su gentile concessione dell’Assessorato al Lavoro della Regione Autonoma della Sardegna e realizzato attraverso la consulenza scientifica del prof. Tito Orrù, Presidente del Comitato di Cagliari dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, e della prof.ssa Annita Garibaldi Jallet, pronipote del condottiero nativo di Nizza, è dedicato alla figura di Giuseppe Garibaldi ed alla storia della sua stirpe.
2. Una seconda sezione, costruita attraverso il lavoro di studio del dott. Diego Presa, è riservata al soggiorno in Biella e dintorni del Generale alla guida di circa 3.500 Cacciatori delle Alpi nelle giornate tra il 18 ed il 20 Maggio 1859, durante le fasi iniziali della II Guerra d’Indipendenza, nonché alle relative tracce ed alla memoria storica lasciate sul territorio da tale passaggio.
3. Una terza sezione, curata dal dott. Gianni Cilloco, è focalizzato sul processo storico che a partire dalla creazione del Regnum Sardiniae et Corsicae, sorto attraverso la bolla “Ad honorem Dei onnipotenti Patris” di papa Bonifacio VIII tra il 4 ed il 5 Aprile 1297, ha condotto alla Repubblica Italiana sorta a seguito del referendum istituzionale del 2 Giugno 1946.
4. Un ultimo segmento, curato dall’Associazione Cuncordu, è incentrato sul passaggio e il soggiorno di Garibaldi con i Cacciatori delle Alpi in Gattinara (20 maggio 1859), proveniente da Biella e diretto in Lombardia via Borgomanero e Arona.

La dimensione della rassegna è “destinato ad aumentare” in quanto verrà arricchita di nuovi pannelli “di storia locale” via via che si traferirà nelle diverse sedi espositive.
In calendario esposizioni successive ad Alessandria, Torino, Nichelino, Domodossola, Circoli della F.A.S.I., la Federazione delle Associazioni Sarde in Italia.

L’allestimento, realizzato nell’anno del 150° Anniversario della “Spedizione dei Mille”, in apertura alle celebrazioni che condurranno al 2011 ed ai festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia, si avvale del pregio della concessione del Logo ufficiale da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, predisposto appositamente per le celebrazioni dell’Anniversario dell’Unità della Penisola del prossimo anno.

 

"Biellesi Tessitori di Unità" - Associazione sarda Cuncordu di GattinaraBiellesi Tessitori di Unità

Martedì 20 luglio, nelle sale della Prefettura di Biella, Ufficio Territoriale del Governo, sono stati presentati i logo ufficiali delle manifestazioni per il 150° dell’Unità d’Italia che verranno utilizzati dagli oltre trenta Enti aderenti al progetto Biellesi Tessitori di Unità, coordinati dal Comitato provinciale di Biella per la valorizzazione della cultura della Repubblica nel contesto dell’unità europea, che vede la Provincia e il Comune di Biella tra i soggetti capofila.

In vista delle celebrazioni per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, grazie alla sensibilità istituzionale del Prefetto dott. Pasquale Manzo, sono state raccolto le proposte e coordinati i programmi dei diversi soggetti del Territorio al fine di dare veste unitaria al vasto programma che si sta ancor più arricchendo di nuove proposte.

Le celebrazioni biellesi idealmente si dipanano secondo tre ampie tematiche di riferimento, nel cui ambito rientrano le specifiche singole progettualità degli Enti aderenti, contraddistinte, rispettivamente, con i fili del Tricolore: un filo rosso, uno bianco ed uno verde.
Il filo rosso è il percorso che parte dalle camicie garibaldine fabbricate con stoffa acquistata nelle Valli biellesi e dai tessuti di panno forniti dalle industrie locali all’Armata Sarda, divenuta il 4 maggio 1861 Esercito Italiano, sino ai tessuti altamente tecnologici di oggi utilizzati nell’industria aerospaziale e dalle truppe destinate in aree di conflitto internazionale.

Il 4 maggio 1861, con Decreto del Ministro della Guerra Manfredo Fanti, l’Armata Sarda, che aveva incorporato molti eserciti pre-unitari, prendeva la denominazione di Esercito Italiano. Da questa data origina “La Festa dell’Esercito”, istituita nel 1998 dall’allora Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Tenente Generale Francesco Cervoni.

Per approfondimenti, vedi il Sito del Circolo "Su Nuraghe" di Biella.

Prossimi eventi
Eventi di oggi
  • Nessuno
Eventi previsti  
  • Nessuno
Castelsardo
Castelsardo
Meteo
Login

Request new password